Abbiamo installato un nuovo centro di lavoro altamente informatizzato, composto da una soluzione centralizzata client/server, per poter gestire in modo preciso la produzione direttamente dal nostro ufficio tecnico.

La fabbricazione del prodotto è nella massima parte gestita all'interno dell'azienda, per aumentare la flessibilità d'esecuzione.

Ci siamo inoltre dotati delle seguenti attrezzature per la produzione, macchine di ultima generazione che possono dare un significativo apporto all'interno del ciclo produttivo in virtù del loro alto livello di precisione nonché di una notevole facilità d'uso, che permettono di raggiungere gli elevati standard di qualità richiesti e al tempo stesso di ridurre i tempi delle lavorazioni perseguendo le economie di costo che il mercato oggi impone, a vantaggio del cliente.

 

Il risanamento dell’involucro edilizio – sia che venga realizzato a tappe o in un colpo solo – comporta sempre investimenti considerevoli.
Nel suo opuscolo, l’Associazione Tetti e Facciate riporta i prezzi indicativi seguenti: risanare la facciata costa 200 franchi circa al metro quadro, risanare il tetto 230 franchi al metro quadro, mentre delle nuove finestre costano 700 franchi circa al metro quadro.
Prendiamo, ad esempio, una casa unifamiliare costruita nel 1955 e con una superficie di riferimento energetico di 130 m2.
Risanarne l’involucro edilizio costa complessivamente 73 000 franchi.
Questo esempio è ampiamente documentato nell’opuscolo con cifre e informazioni relative ai singoli interventi.
Ad esempio, dopo il risanamento il consumo di gasolio per il riscaldamento è diminuito di 2600 litri scendendo ad appena 842 litri all’anno.
A un prezzo del gasolio di 1.05 franchi, ne consegue un risparmio annuo di 1846 franchi.
Quanto tempo occorre per ammortizzare l’investimento?
Dipende, da un lato, dall’andamento dei prezzi dell’energia e, dall’altro, dai contributi di promozione e dalle agevolazioni fiscali.
In questo caso, ad esempio, solo la Fondazione Centesimo per il clima paga 10530 franchi.
Ma nel calcolare quanto ci si guadagna ad eseguire il risanamento, si deve anche considerare che il comfort abitativo di una casa ristrutturata è decisamente maggiore e il valore dell’immobile aumenta.
Oggi le case non coibentate ad alto consumo energetico hanno anche prezzi inferiori alla media.
Per non parlare del piacere che dà abitare in una casa ristrutturata che sembra nuova.
 
 
L’opuscolo «Percorso ideale verso il risanamento edilizio» (disponibile solo in tedesco) può essere scaricato dal sito Internet  dell’Associazione Svizzera Tetti e facciate: www.svdw.ch

 

Gli intradossi – ossia le superfici esposte alle intemperie su tutti e quattro i lati del vano di una finestra – devono essere assolutamente coibentati.
Altrimenti il freddo penetra attraverso gli interstizi prima nel muro e poi in casa.
Ciò significa che i telai esterni delle finestre devono essere rivestiti senza soluzione di continuità di uno strato isolante di almeno 4 cm.
Ma anche il cassettone degli avvolgibili e la lamiera di finitura vengono isolati.
Se in un primo momento sostituirete solo le finestre, fate attenzione che i nuovi telai siano sufficientemente ampi altrimenti potrete risanare la facciata solo dopo 20-30 anni, ovvero quando le nuove finestre saranno diventate inservibili.
Se non pensate di coibentare termicamente la facciata in un prossimo futuro, quando sostituite le finestre fate isolare bene gli intradossi assieme ai parapetti e ai cassettoni degli avvolgibili.
Così potrete sfruttare pienamente l’effetto energetico delle nuove finestre.

Fonte: Ufficio federale dell'energia

Cerca